GestoriCarburanti

Sabato, Oct 21st

Last update:11:23:53 AM GMT

Gestore Eni: 'troppe tasse scappo in Thailandia'

E-mail Stampa

perettoUn po' per scelta, un po' per necessità - Ma in fondo non contano i motivi che spingono qualcuno a cambiare vita, a trasferirsi a migliaia di chilometri di distanza e tentare la sorte con una nuova attività.

È il caso di Federico Peretto, 45enne di Arquà, ormai ex gestore di una pompa di benzina sulla Statale 16, «Mi sono stancato di pagare tante tasse e di vivacchiare appena. Non ho legami e vado a fare il pizzaiolo a Phuket in Thailandia».

Stufo di pagare troppe tasse e timoroso di vedere sfumare nel nulla tutti i suoi risparmi, Federico Peretto, 45enne di Arquà Polesine, ha deciso di vendere quasi tutto ciò che aveva, per trasferirsi in Thailandia, dove assieme ad un socio di Jesolo, gestirà il ristorante-pizzeria Bucintoro, con annesso albergo.

«Vado a cercare fortuna altrove, perché qui mi sono stufato - racconta Peretto -. Parto il 7 settembre e spero che da metà del mese prossimo, ossia dopo avere espletato tutte le pratiche burocratiche, di essere in grado di iniziare il mio nuovo lavoro di pizzaiolo».

Per 12 anni l'arquatese ha gestito l'area di servizio Eni, che si trova lungo la strada statale 16 tra Arquà e Bosaro. «Ho venduto il camper e anche la Citroen C4 Cactus. Ho però voluto tenere la casa ereditata dai miei genitori, perchè a giugno, cioè quando laggiù sarà bassa stagione, verrò in Italia a trovare i miei amici. Ho solo una sorella, che vive a Padova. Sono stato sposato vent'anni fa, non ho figli. L'unico legame che mi restava era mia mamma, morta a febbraio, sennò sarei andato via prima»

Non sarà un vero e proprio salto nel buio quello di Peretto, visto che la scelta non è stata causale. "Conosco molto bene il posto visto che è svariati anni che ci vado in vacanza. I soldi ho deciso di investirli in qualcosa di più sicuro che non rischiando di perderli pagando tasse qui in Italia. Il mio socio porterà avanti fino a fine anno il lavoro qui al distributore Eni, visto che ci vogliono almeno sei mesi di disdetta del contratto. Non c'erano più le condizioni per pagare due stipendi."

Imbarco a Bologna, quindi scalo a Mosca e arrivo a Phuket dopo 12 ore di volo. "In questi giorni ho organizzato diverse cene con un nutrito gruppo di amici. Un conto è partire a 20 anni, un altro a quarant'anni suonati. E' un bel rischio, ma il posto lo conosco e quindi sono meno preoccupato."

Commenti (33)
  • Addo

    Se uno smette è perchè non guadagna visto che le tasse le paghi se guadagni.
    Io ero "contento" quando pagavo botte di Irpef, significava che l'anno precedente era stato proficuo.

  • Franco  - sapientone

    C'è sempre il sapientone di turno a darti lezioni di vita sopratutto dietro una tastiera. E beato te che sai tutto e più degli altri.

  • Anonimo

    Ma perché non stai zitto che è meglio.

  • Anonimo

    Perchè non rispondete nel merito?
    O siete fra quelli che dicono che c'è da pagare l'Iva? :grin :grin
    O magari considerate l'Inps una tassa? :grin

  • Alex

    Caro collega ti faccio i miei più cari Auguri per la tua scelta, posso immaginare le tue preoccupazioni, ma non devi temere anzi....

  • Anonimo

    Uno studio choc da Londra rivela che tra massimo 10 anni l’Italia sara’ una nazione finita.“Gli storici del futuro probabilmente guarderanno all’Italia come un caso perfetto di un Paese che è riuscito a passare da una condizione di nazione prospera e leader industriale in soli vent’anni in una condizione di desertificazione economica, di incapacità di gestione demografica, di rampate terzomondializzazione, di caduta verticale della produzione culturale e di un completo caos politico istituzionale. Lo scenario di un serio crollo delle finanze dello Stato italiano sta crescendo, con i ricavi dalla tassazione diretta diminuiti del 7% in luglio, un rapporto deficit/Pil maggiore del 3% e un debito pubblico ben al di sopra del 130%. Peggiorerà”. Così Roberto Orsi,italiano emigrato a Londra per lavorare presso la London School of Economics, prevede il prossimo futuro del Belpaese.*

  • Moreno Parin  - Povera Italia

    Le scelte delle persone vanno sempre rispettate, però su questi che fuggono dall'Italia per via delle tasse, almeno questo sembra essere uno dei motivi della fuga, qualcosina da dire ci sarebbe, personalmente ne ho conosciuto più di qualcuno che è scappato per le tasse, e ci sta, quello che ci sta meno è che quando hanno avuto problemi di salute che, non fossero un banale raffreddore, sono tornati in ferie nell'odiata Italia per farsi curare come si deve e a spese dello stato, di tutti noi che restiamo qui a pagare le tasse. Magari un po di coerenza non guasterebbe.
    PS. Personalmente pagherei volentieri anche 100mila euro all'anno di tasse...

  • Anonimo  - Dillo a quel genio di Franco.

    Magari arriverà a capire anche lui che se paghi tasse è perchè guadagni.
    Difficile, ma ce la può fare. :grin :grin :grin

  • Anonimo

    tanti auguri , buona fortuna . per gli altri non siate gelosi

  • anonimo

    Augurando al collega tutte le fortune di questo mondo ritorniamo alla nostra triste e drammatica realtà:
    PETROLIFERE CHE ABBANDONANO IL MERCATO ITALIANO,GDO E POMPE BIANCHE CHE AUMENTANO LA LORO QUOTA DI MERCATO A SCAPITO DELLA RETE COLORATA,Gestori ROVINATI CHE FALLISCONO.

    I poveri Gestori iscritti alla triade si aspettano di conseguenza un autunno di fuochi e fiamme per vedere difesi i propri diritti.

    O sbaglio?

  • Angelo

    Chi vuol vivere al di sopra delle proprie possibilità dà sempre colpa alle tasse!!!!!!!Preferisco rinunciare alle ferie in Thailandia e al camper ma non a vivere in Italia .........IL PAESE PIU'BELLO DEL MONDO

  • Beppe

    Caro Federico ottima scelta, la ti divertirai come non mai, la nostra nazione è piena zeppa di leggi e burocrazie assurde e tasse a più non posso. solo i fessi e quelli che non possono spostarsi rimangono qui, il mondo va veloce, la maggior parte dei miei amici dopo la laurea sono scappati....dovremmo fare tutti come te così lo stato fallirebbe non avendo più entrate e finalmente i politici e i dipendenti pubblici andrebbero per davvero a sudare e lavorare per avere lo stipendio

  • Anonimo

    Un dipendente "pompista" con anzianità, costa all'azienda circa 33.000 euro anno compresa la quota tfr, per un netto al dipendente di c.a 21000 euro più 1800 di accantonamento tfr. La differenza di c.a 10.800 euro sono detrazioni irpef e accantonamento pensionistico. La pensione del dipendente sarà poi dignitosa.
    Fatevi i calcoli di quanto vi resta netto in tasca su reddito di 33.000 euro. Ipotizzate che questo "miracolosamente" sia il vostro reddito lordo medio, per i prossimi anni e ditemi quanto anche avrete di pensione. Pagare le tasse si! ma si deve anche sopravvivere. Ps: il dipendente lavora otto ore con 33 giorni effettivi di ferie, voi?

  • Nicola

    certo, però se la percentuale tra tasse e bollette supera il 60%..hai poco da ridere. Su 100.000 te ne restano 40.000 e la spesa la fai, su 30.000 ne restano 15.000 circa e diventa durissima essere commerciante con tutti i rischi e fare la spesa.
    Massa di invidiosi....
    Federico, manda le foto che i tuoi ex colleghi diventeranno viola di rabbia.

  • Anonimo

    Evidentemente tra i lettori scarseggia il Q intellettivo , il Gestore nell articolo fa riferimento ad un elevata tassazione rispetto al lavoro svolto e non alla tassazione generica. Ma evidentemente un po' dio Gestori lettori hanno forse la 5 elementare forse........questo e' il grave e reale problema della categoria.

  • Anonimo

    Caro Q.I. non so a quale post tu ti riferisca, ma se tu avessi avuto un quoziente intellettivo sopra la media o la quinta elementare, forse non facevi il benzinaio, non credi?

  • Anonimo

    un certo FABRY diceva in altri post su ruolo del Gestore che senza il sindacato si guadagnerebbe di meno ( ma meno di 20 euro netti ogni mille litri di venduto le compagnie non possono dare anche se sei da solo senza sigle sindacali ) quindi non capisco come i sindacati si mettano la medaglia per aver firmato contratti al minimo del minimo cosi' i contratti li porta a casa anche mia ZIA.

  • Franco

    Tu caro "anonimo" sei l'esempio di quanto diceva Leonardo Sciascia "il nostro è' un paese senza memoria e verità". I Gestori sono riusciti a "castrarsi" 3/4 del proprio margine aderendo compatti e senza il minimo indugio ai vari iperself selfpiù eccetera... nella più banale delle contrattazioni one to one. Questi, anche se fatti recenti, sono scritti nei libri di storia della nostra categoria.
    Capisco che ti sia difficile ma la scrittura dietro la tastiera di un pc da il vantaggio della riflessione... fanne buon uso qualche volta...

  • Nicola  - re:
    Anonimo ha scritto:
    Caro Q.I. non so a quale post tu ti riferisca, ma se tu avessi avuto un quoziente intellettivo sopra la media o la quinta elementare, forse non facevi il benzinaio, non credi?

    non è affatto vero.......di sicuro laureati è difficile trovarli.

  • Anonimo

    La mia era una provocazione per " quoziente intellettivo" che a quanto pare ci snobba ...

  • Anonimo

    CAMBIATE LAVORO, ABBANDONATE GLI IMPIANTI, LASCETELI GESTIRE ALLE SOCIETA', E' INUTILE CHE VI LAMENTATE E NON FATE NIENTE, SONO ANNI E ANNI CHE VI LAMENTATE, MA NESSUNO CHE CHIUDE PER SCIOPERO POCHISSIMI CHE FANNO CAUSA, NON AVETE IL SENSO DELL'UNITA', SE FALLITE VE LO MERITATE, NON SIETE COMMERCIANTI, NON SIETE OPERAI, SIETE SOLO GENTE CHE SI INDEBITA PER FAR ARRICCHIRE BANCHE E COMPAGNIE E ADESSO ANCHE I RETISTI, NEL COMMERCIO QUANDO UN'ATTIVITA' E' UN PESO SI LASCIA, SIETE DEI MASOCHISTI. :grin :grin

  • Anonimo

    Risposta a Nicola . Quindi nel tuo post confermi di essere ignorante . Io sono diplomato ed ho scelto questo lavoro perché vicino casa con orari che permettono il pisolino e sopratutto all aria aperta. Ricordo all ignorante nel senso che ignora che esistono fior di laureati che fanno lavori umili anche in agricoltura ed il benzinaio puo' benissimo rientrare in questa scelta .GRAZIE PER LA COMPRENSIONE. :)

  • Anonimo

    E cmq non c e' bisogno della laurea per capire che in Italia la tassazione e' troppo elevata , dovrebbero capirlo anche i Gestori acuti osservatori........

  • Nicola  - re:
    Anonimo ha scritto:
    Risposta a Nicola . Quindi nel tuo post confermi di essere ignorante . Io sono diplomato ed ho scelto questo lavoro perché vicino casa con orari che permettono il pisolino e sopratutto all aria aperta. Ricordo all ignorante nel senso che ignora che esistono fior di laureati che fanno lavori umili anche in agricoltura ed il benzinaio puo' benissimo rientrare in questa scelta .GRAZIE PER LA COMPRENSIONE. :)

    ho scritto che di laureati non penso di trovarli nella categoria, non ho detto che non ci siano geometri, periti ecc. è un lavoro che visto dall'esterno sembra una vaccata ma invece è molto più difficile di quello che sembra.
    Ciao

  • Anonimo

    Risposta a Franco , quindi mi par di capire dal tuo post che dato che i Gestori hanno sbagliato a firmare one-to.one i sindacati hanno semplicemente seguito l esempio firmando contratti da miseria ... :? Ma il sindacato non era costretto a firmare niente mica perdeva il lavoro......doveva distinguersi dai Gestori suicidi sul reddito mica copiarli :)

  • Franco

    La costrizione non era necessaria ma doverosa per fermare il suicidio sia dei Gestori ma anche delle stesse compagnie. La preoccupazione principale è stata quella di fermare quanto stava accadendo e riportare un margine (per quanto possa fare schifo) ad un minimo garantito.

  • Anonimo

    risposta a nicola , non capisco per quale motivo un laureato non possa fare il benzinaio se con il margine equo , di laureati a fare questo lavoro ce ne sarebbero in fila.....

  • Anonimo

    grandissimo grande :grin :( :)

  • Anonimo

    grazie franco per essere d accordo sul fatto che il margine fa schifo ...............spero un giorno di vederlo meno schifoso ......in attesa forza Faib Figisc Fegica se riuscite un centesimo in piu' please non chiedo la Luna..... :) :grin

  • Anonimo

    ma quando mai hanno aumentato i margini !!!! è da 10 anni che li ritoccano in basso!!!!!! vuoi lo sconto=prendi- vuoi piu sconto=prendi-- non fai i punti=prendi--- !!!!!!!!!

  • Anonimo

    prova a chiedere a un industriale che margini ha , poi piangi, la cosa costa 10 finita la vende a 30 , infatti lui va in giro con la macan

  • Anonimo

    vi presento lo struzzo del giorno : arriva con la tanica da 5 litri al servito e mi chiede 2$ faccio e poi va al self e mette 5$ ! ma io cosa son qua a fare tutto il giorno! che depressione!

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.