GestoriCarburanti

Mercoledì, Aug 23rd

Last update:11:44:10 AM GMT

Gestori di Nizza esasperati dal “PSP” (ovverosia “parti sans payer”)

E-mail Stampa

I Gestori impianti carburanti di Nizza (Francia) sono sul piede di guerra per l'aumento di automobilisti che rubano il pieno di carburante. Le hanno studiate tutte: giungono alla stazione di servizio con la targa coperta con un cartone o con del nastro che rende illeggibili lettere e numeri, fanno il pieno e poi mettono in moto e se ne vanno senza passare dalla cassa.

Per i Gestori una seconda beffa è data dalle attese al posto di polizia per la denuncia, anche se adesso, grazie alla possibilità di sporgere denunce anche via internet, i tempi si sono accorciati. Ma rimangono poche le speranza che la polizia catturi i responsabili, e cosi il danno è sicuro.

Lo stratagemma per sanare in qualche misura questa situazione è quello di far pagare prima del rifornimento (modalità pre-pay), ma questo sistema non è ben visto dai clienti fissi, che magari collezionano anche i punti collegati con le carte fedeltà. Ma la legge francese vieta la discriminazione: o diventa una modalità di vendita aperta a tutti o non si può.

Così ad ogni pieno i grandi distributori dell’area ovest della città corrono grossi rischi: il pieno gratis è una tentazione forte e, per lo più, impunita che sta mettendo a dura prova le finanze dei Gestori di quella zona in un paese come la Francia da sempre esempio per la modernizzazione del settore distribuzione carburanti.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: