Martedì, Sep 25th

Last update:07:29:24 AM GMT

Scasso ai Self service, a San Benedetto IP devastato per 3mila euro

E-mail Stampa

self sanbenedetto ipLa beffa: tre colpi fotocopia, stesse modalità ogni volta. La Riviera a ferro e fuoco: nove assalti alle colonnine del self service in meno di due anni. Colpi fotocopia e ripetuti nel tempo. In meno di due anni sono nove le devastazioni nei distributori di benzina Caso sopraelevata: per tre volte hanno rubato una ruspa a PicenAmbiente, percorso strade e messe le barriere.

Oltre i tremila euro l'ammontare del bottino dell'assaltato l'area di servizio Ip della sopraelevata. Tanto c'era all'interno del contenitore blindato presente all'interno della colonnina self servi ce che la banda di malviventi ha distrutto grazie all'utilizzo di una ruspa. Proseguono le indagini dei carabinieri per tracciare un identikit della banda che potrebbe, a questo punto, essere la stessa che aveva agito in altre due occasioni tra i mesi di agosto e settembre 2017 e che aveva messo a segno colpi identici a quello effettuato l'altra notte.

La ruspa, intanto, è stata restituita alla PicenAmbiente che per la terza volta consecutiva si è trovata, suo malgrado, al centro di un episodio criminale in qualità di involontaria fornitrice dello strumento effettuato per l'assalto all'area di servizio. Intanto c'è chi chiede che venga in qualche modo ostacolato l'accesso al tratto di campagna che si trova tra le rampe dell'uscita del depuratore sulla Sopraelevata e la linea ferroviaria. Campagna che in tutte e tre le occasioni
ha rappresentato una comoda strada di accesso all'area di servizio, una via attraverso la quale i ladri hanno potuto raggiungere il proprio obiettivo senza essere osservati dalla strada principale. Un copione ripetuto insomma contro il quale, a questo punto, si rende necessari o prendere provvedimenti prima che il tris non diventi un poker.

L'area della Ip della sopraelevata era già stata presa di mira nella notte tra il 23 e il 24 agosto del 2017. Mentre a qualche chilometro di distanza si celebrava il triste anniversario del sisma che ha ucciso centinaia di persone nel Piceno, i banditi mettevano in scena il doppio colpo alla PicenAmbiente e all'area di servizio. Meno di un mese dopo, nella notte tra il 18 e il 19 settembre, nuovo colpo stesse scene. Ladri che prendono la ruspa al depuratore e raggiungono, attraverso le campagne, la parte retrostante l'area di servizio. Lo stesso distributore, qualche mese prima, a maggio, era stato oggetto di un tentativo di furto fallito. I malviventi scelsero, in quell'occasione, un modus operandi diverso dal solito, tentando di forzare la colonnina con una fresa. Ma scattò l'allarme costringendo i banditi a fuggire a mani vuote.

Fonte: Corriere Adriatico

Commenti (2)
  • Anonimo

    bene...........benissimo continuate cosi

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie