GestoriCarburanti

Mercoledì, Oct 18th

Last update:01:12:12 PM GMT

Camorra, duro colpo al clan Contini: sequestrati 41 distributori di benzina

E-mail Stampa

clan continiQuesta mattina gli uomini delle fiamme gialle del capoluogo campano hanno sequestrato beni per un totale che si aggira intorno ai 320 milioni di euro ai danni di due fratelli, Ciro e Gerardo Di Carluccio, ritenuti legati al clan Contini.Tra i beni confiscati, 41 distributori di benzina tra Campania e Molise e 20 bar tra Napoli ed Avellino, oltre a tabaccherie e gioiellerie del napoletano e una villa sull'isola di Ischia.

I fratelli di Carluccio, insieme ai loro familiari, gestivano, attraverso una fitta rete di prestanomi, molte attivita' economiche, dal commercio al dettaglio di carburanti - per la Procura il core business della cosca - alla gestione di bar, commercio di oro e preziosi, investimenti immobiliari e anche prestiti di denaro.

Nei confronti di Ciro e Gerardo Di Carluccio è stata inoltre disposta l'applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale della pubblica sicurezza - rispettivamente per la durata di anni cinque e di quattro anni- con obbligo di soggiorno nel comune di residenza e con la cauzione di euro 100.000 per Ciro e di euro 50.000 per Gerardo.

La misura ablativa in parola fa seguito al sequestro preventivo gia disposto dal GIP del Tribunate di Napoli, su richiesta di questa Procura della Repubblica Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti degli stessi soggetti nel mese di febbraio 2015, all'esito di indagini effettuate al G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli.

Ad eseguire il provvedimento i militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Napoli su ordine del Tribunale partenopeo sezione misure di prevenzione emesso dalla locale Dda. In particolare il decreto ha riguardato un uomo di fiducia del capoclan e il "cassiere" del clan che per gli investigatori sarebbero i gestori di una vera e propria holding al servizio della famiglia camorristica. Una colpo mortale ad uno dei più potenti clan partenopei.

Commenti (5)
  • Nicola  - ahh ahhh

    ma come fanno ad accorgersi dopo che hanno un capitale di 300 milioni (600 miliardi di lirette) e a noi contestano 10 litri fuori tolleranza??????
    Italietta mafiosa.
    Staranno ridendo quelli del clan, 300 milioni messi in saccoccia e uno per pagarsi il miglior avvocato che ci sia :)))))))))))))))))))) e salvarsi.
    A questo punto dico che fanno bene...i Carluccio.
    Aprissero una scuola di capitalismo moderno avrebbero sempre il sold-out.

  • anonimo

    Che l'Italia si mafiosa è un fatto assodato.
    Falcone diceva:quando la mafia non spara vuol dire che sta facendo affari indisturbata.

  • Anonimo

    questo è il risultato di vendere gruppi di impianti ad un unica persona, piuttosto che cederli ai Gestori.
    è chiaro che chi si può permettere di spendere 30 milioni di euro per acquistare 150 impianti di sicuro non li ha trovati a terra i soldi

  • Anonimo

    Questi sono risultati di una classe politica fatta di persone che non capiscono nulla ,personaggi interessati solo e unicamente alla poltrona e relativo stipendio .Come puo uno stato non far nulla sull traffico di carburanti calcolato in 4/5 miliardi !!!! Come puo un governo avere un ministro dell lavoro che per 30 anni è stato il presidente delle coop e non faccia gli interessi delle stesse !!!Come facciamo a pretendere che la MAFIA non faccia i c***i suoi,visto che le regole sono pro Mafia Come fanno a non capire che certe leggi ,spacciate come Salva Italia o libera concorrenza sono la porta aperta alla illegalità e allo sfruttamento !!! NO qualcosa di serio per battere il sommerso lo faranno :ci faranno spendere MIGLIAIA di Euro per mettere on line LE GETTONIERE !!!!!.Potremmo continuare per ore ,ma forse non ne vale la pena

  • anonimo

    A proposito dell'incontro della triade con i vertici del cane a sei zampe per il rinnovo dell'accordo nazionale..............

    NESSUNO SA NIENTE o sono fatti esclusivamente di loro competenza?

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: