GestoriCarburanti

Martedì, Apr 25th

Last update:11:50:49 AM GMT

Traffico internazionale di gasolio, la Finanza scopre un deposito con 26.000 litri

E-mail Stampa

contrabbando gasolio polonia napoliAPRILIA Stavano scaricando 26 mila litri di gasolio di contrabbando quando in un capannone dismesso nella zona Industriale ha fatto irruzione la Guardia di Finanza di Aprilia.

L'attività illecita di quattro persone - due apriliani, un campano ed un romeno - è stata così arginata grazie alle indagini dei militari della Tenenza di via delle Margherite, coordinate dal tenente Pellegrino Panico.

A destare l'attenzione dei finanzieri sono stati prima di tutto il campano e il romeno che si muovevano in modo sospetto in via della Meccanica, poi sono spariti in un'area abbandonata da anni. Al momento della verifica, la Guardia di Finanza ha sorpreso un autotrasportatore che con l'ausilio di un muletto stava scaricando le grosse taniche di gasolio da mille litri ciascuna ben sigillate e trasportate in città a bordo di un tir, probabilmente proveniente dalla Spagna.

Accanto a lui un 50enne di Aprilia (dipendente di una ditta di autotrasporti che opera ad Aprilia, ma anche in altre città), un 19enne sempre del posto, un campano di 50 anni ed un 27enne di origini romene, quest'ultimi non residenti in città. 14 però si conoscevano e anche bene, da tempo, infatti, avevano messo in piedi la redditizia attività di contrabbando. Le taniche di gasolio erano dotate di ogni misura di sicurezza e di copiosa documentazione, i finanzieri però - che stanno ancora eseguendo dei controlli - sospettano che sia stata falsificata.

Non è sicuro, quindi, che il carburante arrivi dalla Spagna anche se era sigillato nel modo corretto per poter passare i controlli in Dogana. Il magazzino di via della Meccanica rappresenta solo un punto di stoccaggio, lì i quattro potevano operare indisturbati. «Il carburante - spiega la Finanza di Aprilia - era dichiarato come olio lubrificante. Di sicuro proveniva dall'estero, ma non è ancora chiara la provenienza».

Secondo le indagini i 26 mila litri di carburante erano indirizzati al 50enne di Aprilia, era lui l'unico acquirente. I militari però non hanno ancora potuto capire se la società per cui lavora ha o meno un ruolo in questa vicenda. Sotto sequestro oltre al gasolio, è finito il deposto nella zona Industriale, l'autocarro, delle fascette per sigillar le taniche, ma anche un muletto e due transpallet. I militari hanno recuperato anche un densimetro, uno strumento utile ai contrabbandieri per dimostrare all'acquirente di turno la qualità del carburante rubato.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: